Close

8 Marzo 2019

Il Nostro Modo di Dire Grazie

Uno degli insegnamenti più grandi della mia vita mi fu dato da una donna.
Parlavamo della scrittura e del fatto che io scrivevo sempre di getto e non riuscivo a scrivere “con calma”.

Lei mi disse
“Pensa ad un quadro. Puoi avere una tela infinita, o avere una cornice.
La vera arte è riuscire a condensare dentro una cornice una bellezza infinita”.

Mi insegnò che i limiti, come li conosciamo, non sono sempre ostacoli. Sono dei paletti che possiamo usare per amplificare quello che sappiamo fare.

Da quel giorno ho visto molti tipi di donne.
Madri che sono state capaci di tirare su famiglie e pensano di non potercela fare nel mondo del lavoro.
Donne in carriera, sfiancate dalla vita familiare.
Figlie ribelli che non riuscivano a conformarsi.

Come queste ho conosciuto anche donne di successo in ogni campo, ma quello che nel mio piccolo ho visto è un filo sottile di timore, di indecisione o incertezza.

Come se quella domanda “Sarò all’altezza?” stesse ancora aleggiando da qualche parte della testa.
E si, per me erano tutte all’altezza, dalla prima all’ultima.
Si, ce l’avrebbero fatta.

Ma comunque la domanda rimaneva nella loro testa, sottile, indefinita, un rumore di fondo.

Tutto questo per dire che questa società a volte è ingiusta con noi. 
Per certi versi ci fa credere di poter fare tutto con poco, per altri ci fa credere che non ce la faremo mai.
E la verità come spesso accade sta nel mezzo.
Ci saranno cose che non potremo fare, cose impossibili, cose inarrivabili.

Ma sapete una cosa? Sono poche.
Le restanti? 
Si possono tutte fare.

Magari servirà tempo, magari servirà fatica, ma si possono fare.

Io non so se quella domanda che lessi fosse vera, ma di sicuro io ogni tanto me la pongo: “Sarò all’altezza?” e a volte penso che no, non sono all’altezza, ma ci provo uguale.

Queste parole sono per tutte quelle donne che a quella domanda si fermano pensando che no, non ce la possono fare.
Ve lo dico io: Il mondo è ancora qui anche grazie a voi.
Zittitela quella domanda, provateci e piuttosto fallite, ma provateci.

Perché questo mondo sarà ancora più bello con tutto quello che avete ancora da dare, ed è bellissimo grazie a tutto quello che avete già dato.

Andrea.
PS: non chiediamo mai di condividere le cose per forza. Ci piace che sia spontaneo.
Se pensi che queste parole possano dare forza a qualcuno, regalagliele.
Anche copiandole o, se te la senti, condividendole.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: